<
<
Carlo Lorenzetti

Carlo Lorenzetti nasce nel 1934 a Roma dove vive e lavora. Frequentata l’Académie de France a Villa Medici, inizia a esporre alla fine degli anni ’50. Da gli anni ’60 produce sculture astratte e geometrizzanti, inserendosi con originalità nel contemporaneo panorama artistico: come mezzo espressivo sceglie la lastra metallica, a volte dipinta a smalto, quale piano dell’invenzione di forme, a parete e a terra. Le lamiere vengono piegate, tagliate nitidamente e attraversate da bande di colore, rivelando la terza dimensione e negando ogni valenza di massa solida e di peso materico. Lorenzetti svolge ed approfondisce la sua indagine attraverso un discorso che, con materiali diversi, tramuta la sapienza del fare in un’originale poetica della leggerezza con un insolito dialogo tra la forza dell’immaginazione e il rigore della composizione. Accademico dell’Accademia di San Luca dal 1999, è stato Presidente nel biennio 2015-2016.

La sua attività espositiva, che comprende pure il disegno e la grafica, si costituisce di significative personali: Istituto Centrale per la Grafica, Roma (2015), Museo Civico Umberto Mastroianni, San Marino (2011), Palazzo Cuttica, Alessandria (2010), Castello di Pergine Valsugana (1998), Padiglione d’Arte Contemporanea, Ferrara (1996), Galleria Civica, Modena (1992), Oratorio di San Sebastiano, Forlì (1990), Palazzo dei Consoli, Gubbio e Palazzo Comunale, Salò (1986), Museo di Anghiari (1972).

Tra le mostre collettive in istituzioni: MACRO, Roma (2017), MUSMA, Matera (2013), Accademia di San Luca, Roma (2008), Palazzo Rondanini, Roma (1991), Kunstverein, Francoforte sul Meno e Galleria Civica, Modena (1987). Carlo Lorenzetti ha anche partecipato alle rassegne internazionali: Quadriennale di Roma (1999, 1986, 1973, 1965), Biennale di Venezia (1986, 1976, 1972, 1970), Biennale di San Paolo (1975, 1967).

Il rapporto con la Galleria Fumagalli ha inizio nel 2001 quando viene organizzata una personale dal titolo “Carlo Lorenzetti. Opere 1958-1999”, accompagnata dalla pubblicazione del catalogo a cura di Marco Meneguzzo.