<
<
Nunzio
Nunzio-koOE--1280x960@Produzione

Nunzio, nato a Cagnano Amiterno (AQ) nel 1954, vive e lavora tra Roma e Torino. Studia all’Accademia di Belle Arti di Roma, diplomandosi nel corso di Scenografia di Toti Scialoja. Il suo esordio sulla scena artistica avviene nel 1980 con la realizzazione di gessi dipinti per immersione, costituiti da due o più elementi, posti in relazione tra loro e montati direttamente a parete come quadri. Costituisce così forme con la parvenza di superfici cromatiche, ma che negano la bidimensionalità della pittura. Nel 1984 la mostra “Ateliers”, curata da Achille Bonito Oliva, nell’ex panificio Cerere di Via Degli Ausoni a Roma, sancisce la nascita del gruppo “La Nuova Scuola Romana” composto da Marco Tirelli, Nunzio, Piero Pizzi Cannella, Bruno Ceccobelli e Giuseppe Gallo. A metà anni ’80, Nunzio abbandona il gesso a favore del legno bruciato con la fiamma ossidrica, piombo e lamiere. Rispetto al bianco del gesso, le superfici annerite dalla combustione, nonché le lamiere piegate, sono vitali, fortemente plastiche, assorbono la luce e, caricandosi di energia, fanno vibrare la materia nel suo dialogo serrato con lo spazio. Dagli anni ’90 si dedica anche al disegno, al pastello e alla tecnica mista, elaborando suggestive forme astratte che spesso preludono all’attività scultorea, nella quale sperimenta anche l’uso del bronzo.

Nunzio ha esposto le sue opere in mostre perosnali in prestigiose istituzioni: Museo Riso, Palermo e Pinacoteca d’Arte Contemporanea, Teora, Avellino (2016), Museum Biedermann, Donaueschingen (2012), Istituto Italiano di Cultura, San Francisco e Museo d’Arte Contemporanea, Belgrado (2006), MACRO, Roma (2005), Galleria d’Arte Moderna di Bologna (1995), Galleria Civica, Modena (1987).

Tra le collettive in istituzioni, si ricordano: The Parkview Museum, Singapore (2018), Villino Favaloro, Palermo (2015), MART, Rovereto (2009), Villa Medici, Roma (2007), Parlamento Europeo, Bruxelles (2003), Museum Moderner Kunst Stiftung Ludwig, Vienna (1991), Centre National d’Art Contemporain, Nizza (1985).

Nunzio ha anche partecipato a importanti rassegne internazionali, quali: Biennale di Venezia (1995, 1993, 1986), Quadriennale di Roma (1996, 1986), Biennale di Sydney (1986).

Il suo rapporto con la Galleria Fumagalli inizia nel 1999. Nel 2000 gli è dedicata una mostra personale e viene pubblicato per l’occasione un volume con un testo di Marco Meneguzzo.