<
<
Vito Acconci
vito-acconci

Figlio di un immigrante italiano, Vito Acconci è nato nel Bronx nel 1940, vive a Manhattan e lavora a Brooklyn. Scultore, performer, e videoartista, inizialmente si è dedicato alla poesia e alla scrittura sperimentale. Protagonista della Body Art e uno dei maggiori protagonisti dell’arte performativa, le sue prime indagini, spesso giudicate scandalose, risalgono al 1969. I suoi lavori fotografici, i video e le performance si concentrano sul proprio corpo, sul rapporto tra sé e gli altri e sulla relazione con lo spazio architettonico. Dagli anni Ottanta Acconci si è dedicato a sculture e installazioni permanenti diventando uno degli artefici della Public Art. Alla fine degli anni Ottanta nasce lo Studio Acconci che riunisce un gruppo di operatori allo scopo di progettare spazi pubblici urbani, case, giardini ed edifici. Uno dei progetti più famosi dello Studio è Muri Island, Graz 2003.

Mostre dedicate a Vito Acconci sono state ospitate nei principali musei e istituzioni internazionali, a partire dalla fine degli anni Sessanta. Nel 1972 ha esposto alla Sonnabend Gallery di New York e Parigi e alla Galleria L’Attico di Roma. Le sue principali mostre personali si sono svolte nei seguenti musei: Stedelijk Museum di Amsterdam (1978), Museum of Contemporary Art di Chicago (1980), PAC di Milano (1981), Whitney Museum of American Art (1983), Museum of Modern Art di New York (1988), Museo Pecci di Prato (1992), Milwaukee Museum of Art (2002), Musée des Beaux-Art di Nantes (2002), Argos Center for Art & Media di Bruxelles (2009), Museo d’Arte Contemporanea Castello di Rivoli (2010). Nel 2012 l’Acconci Studio, durante il Design Miami, ha ricevuto il Premio Designer of the Year Award.

La Galleria Fumagalli gli dedica una personale nel 2011 dal titolo “Opere e Video. Anni Sessanta e Settanta”.